Pinacoteca di Brera: la mostra Le Fantasie di Mario Mafai

Da poco riaperta, la Pinacoteca di Brera ha presentato negli scorsi giorni la nuova mostra Le Fantasie di Mario Mafai. 22 dipinti che dal 29 marzo diventeranno un documentario fruibile sulla piattaforma Brera Plus+.

Le Fantasie alla Pinacoteca di Brera

22 tavolette esposte nella sala 18 della Pinacoteca donate da Aldo Bassetti e che ne raccontano la su storia o almeno una parte che, però, lo segno profondamente: la strage dell’Hotel Meina sul Lago Maggiore nel 1943. Vittime di una retata tedesca, compiuta su tutta la costa novarese del Lago Maggiore, sedici ebrei ospiti dell’Albergo Meina di Meina vennero prima identificati e trattenuti per alcuni giorni in una stanza e poi, in due notti successive (22 e 23 settembre 1943), uccisi e gettati con zavorre nel lago. Tra le vittime figurava Lotte Froehlich Mazzucchelli di anni 38, zia di Aldo Bassetti il quale fu chiamato a riconoscerne il cadavere.

In memoria di quegli anni Aldo Bassetti ha donato alla Pinacoteca di Brera una serie di ventidue quadri di piccole dimensioni, ma di enorme importanza per la storia dell’arte del Novecento. Il ciclo di Mario Mafai intitolato Le Fantasie: tavolette di massacri e di orrori, di grida e di colpevoli silenzi, dipinte con colori allucinati e di forte matrice espressionista da Mario Mafai tra il 1939 e il 1944: atto di denuncia dei massacri della guerra e del nazifascismo.