L'Accademia della Scala diventa università

L’Accademia della Scala si trasforma in università

Il progetto  è quello di trasformare la Scuola di Arti e Mestieri del Piermarini in ateneo, creando un’università di alto perfezionamento per ogni settore dello spettacolo (artistico e tecnico).

Un’idea ambiziosa, per valorizzare ancor di più una vera e propria eccellenza del nostro Paese, in un periodo storico difficile. Inoltre, potrebbero servire nuovi spazi: l’attuale sede in via Santa Marta sarebbe troppo stretta. L’idea sarebbe di creare una Cittadella dello Spettacolo, con tanto di campus per ospitare gli studenti e un Auditorium.

Sarà la prima di questo tipo in Italia» annuncia Giuseppe Vita, neo presidente dell’Accademia diretta da Luisa Vinci. Manager di alto livello internazionale, già presidente della Schering tedesca, di Axel Springer e di Unicredit, Vita ha accettato l’incarico con l’entusiasmo e la determinazione di chi inizia un nuovo, affascinante, percorso.

«Questa Accademia è un’eccellenza del nostro Paese, attira studenti e docenti da tutto il mondo. Di solito accade il contrario, per specializzarsi si va all’estero. Qui invece si fa la fila per essere ammessi, e la selezione è molto severa. Un simile patrimonio, ci siamo detti, deve avere nuove prospettive. La formazione va ampliata, i corsi attualmente annuali tranne che per il Ballo, devono diventare triennali o quinquennali».