prima donna sulla luna: nasa sceglie spacex di elon musk

La Nasa sceglie la SpaceX di Elon Musk per portare la prima donna e il prossimo uomo sulla Luna. 

La società di Elon Musk è stata quella preferita fra le altre, battendo anche la Blue Origin di Jeff Bezos, fondatore di Amazon.com. Il progetto, denominato Artemis, si occuperà di un nuovo allunaggio e vedrà per la prima volta una donna sulla luna.

La NASA ha preso la sua decisione con una commessa di 2,9 miliardi di dollari. Sarà la prima volta in cui la costruzione della nuova navicella spaziale per l’allunaggio sarà affidata a un’unica azienda e non a un consorzio, decisione che di solito tutela le società in caso di fallimento.

Il progetto sarà il primo a portare un veicolo commerciale sul suolo lunare. Il nome del veicolo sarà Lander.

Oltre alla SpaceX di Elon Musk e alla Blue Origin di Jeff Bezos, la terza azienda in gara era Dynetics, società della difesa del gruppo Leidos Holdings.

«Dovremmo realizzare il prossimo atterraggio il più presto possibile», dichiara in conferenza stampa streaming da Cape Canaveral, Steve Jurczyk, amministratore ad interim della Nasa. «Questo è un momento incredibile per essere coinvolti nell’esplorazione umana, per tutta l’umanità».

L’allunaggio è previsto – con una data obiettivo – per il 2024. Il contratto è stato firmato nell’ambito del programma Artemis e prevede come primo passo l’arrivo della prima donna sulla Luna. In seguito, dichiara la NASA, anche quello della prima persona di colore sulla Luna. Afferma infatti che “questo obiettivo è in linea con l’impegno del presidente Biden di perseguire un approccio globale per promuovere l’equità per tutti”.

Il programma Artemis coinvolgerà quattro astronauti. Lo Space Launch System (Sls), nuovo lanciatore della Nasa, sarà integrato con la capsula Orion; da qui, quando saranno in orbita lunare, due degli astronauti si sposteranno nella SpaceX. La NASA prevede che, per questa prima missione, gli astronauti resteranno sulla Luna per una settimana, dopo la quale faranno ritorno sulla capsula Orion e rientreranno, insieme agli altri astronauti, sulla Terra.