manifestazione milano ddl zan
Foto di Verona In

Sabato 8 maggio 2021 si terrà a Milano una manifestazione a favore dell’approvazione del disegno di legge contro l’omolesbobitransfobia, la misoginia e l’abilismo. 

Negli ultimi giorni ancor più al centro dell’attenzione mediatica, il Ddl Zan è un disegno di legge contro l’omolesbobitransfobia, la misoginia e l’abilismo.

Il suo testo prevede: la creazione di centri antidiscriminazione e rifugi per vittime di stalking, l’istituzione – ogni 17 maggio – della Giornata nazionale contro l’omofobia, la lesbofobia, la bifobia e la transfobia, e l’obiettivo di «promuovere la cultura del rispetto e dell’inclusione nonché di contrastare i pregiudizi, le discriminazioni e le violenze motivati dall’orientamento sessuale e dall’identità di genere, in attuazione dei princìpi di eguaglianza e di pari dignità sanciti dalla Costituzione.».

Inoltre è richiesta una reclusione o una multa per chi istiga a commettere o commette atti di discriminazione o violenza fondati su sesso, genere, orientamento sessuale, identità di genere o disabilità.

Milano si pronuncia sulla questione e – nella giornata di sabato 8 maggio, alle ore 15:00 – scenderà in piazza per una manifestazione che chiederà l’approvazione del disegno di legge.

La manifestazione a favore del Ddl Zan è stata organizzata da “I Sentinelli” di Milano, che definiscono se stessi come “un movimento informale che si contrappone a tutti i soprusi, discriminazioni e violenze che colpiscono la vita di molti”.

Il luogo della manifestazione doveva essere Piazza della Scala a Milano, ma l’affluenza prevista è così ingente che probabilmente si sposterà in un altro luogo, probabilmente Piazza Duomo, Duca d’Aosta o l’Arco della Pace.

Anche il deputato del Pd Alessandro Zan e il sindaco di Milano, Giuseppe Sala dovrebbero essere presenti in piazza durante la manifestazione.