scuola in presenza

Secondo il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, da settembre 2021 sarà possibile riprendere completamente la scuola in presenza in sicurezza. 

Rientro a scuola in presenza previsto per il 10-15 settembre.

Secondo le intenzioni del ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, sarà possibile far tornare studentesse e studenti tra i banchi di scuola in totale sicurezza.

Il DL Sostegni ha stanziato 150 milioni alle scuole per la sicurezza sanitaria.

L’obiettivo del ministro Bianchi è quello di dire basta anche alle classi-pollaio, con una riduzione già dal prossimo anno scolastico. “Andremo verso classi ridotte dal prossimo anno, – afferma il Ministro – ci sarà una riduzione degli alunni, mentre abbiamo confermato l’organico dei docenti e avremo seimila unità in più tra insegnanti di sostegno e potenziamento.”

Le sue parole, inoltre, sono state: “Vogliamo avere tutti gli studenti in presenza, anche quelli delle superiori e per farlo dobbiamo lavorare sulla sicurezza. Con il decreto sostegni abbiamo dato 150 milioni alle scuole per la sicurezza sanitaria e in accordo con il generale Figliuolo ripartiamo con le vaccinazioni al personale scolastico, siamo al 70%, a settembre avremo tutti vaccinati e se avremo l’ok dalla sperimentazione, spero si cominci presto coi ragazzi.”.

La previsione è dunque quella di avere le scuole in presenza con ingressi scaglionati e mezzi di trasporto potenziati.