In data giovedì 10 giugno 2021, è stata inaugurata alla Centrale dell’acqua di Milano la mostra “Food Policy 2030”, contro lo spreco di cibo. 

“Food Policy 2030”: così si chiama la mostra che è stata inaugurata ieri, giovedì 10 giugno 2021, alla Centrale dell’acqua di Milano.

Lo scopo è quello di combattere gli sprechi di cibo e i mezzi per farlo sono la conoscenza e l’impegno.

La mostra, come il suo stesso sottotitolo afferma, vuole promuovere “un sistema alimentare sano, sostenibile e inclusivo”.

“Food Policy 2030” racconta – attraverso numeri, mappe, video e infografiche, le attività che sono state svolte negli ultimi cinque anni (dal 2015 al 2020) per rendere sostenibile e inclusivo il sistema alimentare cittadino.

L’esposizione si terrà nella sede di Mm, gestore del servizio idrico a Milano, e sarà aperta fino al 9 luglio – dal lunedì al venerdì, dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 14:00 alle ore 19:30 – con ingresso gratuito.

“Food Policy 2030” è organizzata in cinque diverse aree tematiche.

Le parole arrivate da Palazzo Marino al riguardo spiegano come “tra il 2015 e il 2020 le azioni e i progetti realizzati sono stati numerosi e gli impatti generati hanno riguardato tutti i cittadini”.

“La Food Policy di Milano ha inoltre lavorato per coinvolgere sempre più il territorio verso una maggiore attenzione allo sviluppo di filiere corte, per promuovere pratiche innovative di riduzione degli sprechi e per la gestione di eccedenze e rifiuti.”

Il Comune di Milano ha affermato: “Alcuni esempi del lavoro di questi primi cinque anni sono la riduzione del 20% di emissioni di Co2 equivalente nei menù scolastici, l’apertura di due hub di quartiere contro lo spreco alimentare, che a breve diventeranno quattro – Isola, Lambrate, Corvetto e Gallaratese – e il raggiungimento, durante il primo lockdown, di 21mila persone attraverso il dispositivo di aiuto alimentare.”

“La mostra Food Policy è una tappa importante che illustra quanto si sta attuando a Milano in merito al tema del sistema alimentare e della lotta allo spreco di cibo – ha dichiarato il Presidente di Mm, Simone Dragone -. È un privilegio poter ospitare la mostra in uno dei luoghi simbolo dei beni comuni, la Centrale dell’acqua, il cui obiettivo è fare cultura proprio su sostenibilità, inclusione e contrasto alla dispersione delle risorse”.