europei
Foto di Andrea Cherchi

Responsabile di Malattie infettive dell’ospedale Sacco: le conseguenze dei festeggiamenti per gli Europei saranno visibili tra una settimana.

Secondo Massimo Galli, responsabile di Malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano, le conseguenze dei festeggiamenti per la finale degli Europei sulla situazione Covid-19 saranno visibili tra una settimana.

Le sue parole sono state: “La gioia per la vittoria degli Azzurri è condivisa e condivisibile, ma il fatto che strillarsi addosso in moltitudine aumenti il rischio di trasmettere l’infezione da coronavirus è un assioma.”

La speranza, comunque, è quella che a festeggiare siano stati per lo più i giovani, i quali – statisticamente – hanno meno rischi di contrarre la malattia in modo grave.

“Comunque – ha proseguito Galli – l’incubazione di questa infezione è abbastanza breve e in una settimana-10 giorni vedremo gli effetti sui contagi.”

Il problema non è da sottovalutare, ha spiegato il il responsabile di Malattie infettive dell’ospedale Sacco. E i festeggiamenti per la finale degli Europei potrebbero peggiorare le cose.

“I dati ci dicono che le infezioni, già prima di ieri sera, stavano un po’ salendo, per effetto, verosimilmente, della variante Delta. La scorsa settimana c’è stata già un’allerta del ministero della Salute sull’aumento di segnalazioni di casi di variante Delta in Europa tra turisti e tifosi, da Spagna, Portogallo, Russia, Finlandia. Avremo un aumento delle infezioni. Questo è certo.”