BACHECA-ANNUNCI

Classica: il Novecento rapsodico, onirico e ludico dell’ensemble End of Time domenica 11 febbraio allo Spazio Teatro 89 di Milano

Pubblicato 7 mesi fa by andrea1968

€7.00

MILANO – Un programma particolarissimo, centrato sul Novecento e ricco di spunti di riflessione storica ed estetica, per tre giovani musicisti di diverse provenienze (la clarinettista olandese Kymia Kermani, il violinista Lorenzo Gentili-Tedeschi e la pianista Alba Gentili-Tedeschi) che, da qualche anno, condividono la loro attività sotto l’egida dell’ensemble End of Time, in quella fucina di nuove tendenze artistiche che è Berlino: si intitola “Rapsodici, onirici, ludici” il nuovo appuntamento di classica della rassegna “In Cooperativa per Amare la Musica”, in programma domenica 11 febbraio (ore 17; ingresso 5-7 euro) allo Spazio Teatro 89 di Milano.
Il concerto inizia fra le brume sognanti (“Reveusement lent” scrive l’autore come indicazione di tempo) della Prima Rapsodia debussyana, il cui materiale tematico si disvela gradualmente come il contenuto latente di una visione onirica. Il sogno diviene poi cupa ossessione, con il raro trio di Galina Ustvolskaya, compositrice sovietica formatasi con Shostakovich, il quale ammise di aver subito l’influenza dell’allieva più di quanto fosse avvenuto il contrario.
Con un cambio radicale di atmosfera, l’ensemble si cimenterà con i ritmi incalzanti della “Rhapsody in Blue” di George Gershwin, la sorridente ironia della Suite op.157 di Darius Milhaud e l’elegante esotismo della Suite “Asuka” di Roger Boutry.

Ensemble End of Time
L’ensemble End of Time si sviluppa intorno al duo Kermani-Gentili, clarinetto e pianoforte, completandosi spesso con la collaborazione di eccellenti strumentisti ad arco in formazioni di trio e quartetto. In onore e in omaggio al quartetto “Per la fine dei tempi” di Olivier Messiaen nasce il nome di “End of Time”. Kermani e Gentili si conoscono a Berlino nel 2012 e fin da subito l’ensemble si dedica a ricercare ed eseguire anche un repertorio meno conosciuto: nel 2013 ha avuto luogo a Berlino la prima esecuzione in Germania del trio del compositore norvegese Marcus Paus e nel 2017 la prima tedesca della rapsodia “Asuka” per clarinetto e pianoforte del compositore francese Roger Boutry.
Ai premi in concorsi nazionali e internazionali si aggiunge la collaborazione dei membri dell’ensemble con le maggiori orchestre e teatri quali la Royal Philarmonic Orchestra di Londra, la West Eastern Divan Orchestra e la Staatsoper Berlin. Il nuovo cd “Ode to the Rhapsody” uscirà il prossimo novembre per l’etichetta discografica Genuin di Lipsia, presentando le prime registrazioni mondiali di opere di George Gershwin, Irlando Danieli, Lucien Excoffier e Siegfried Borris.
L’ensemble si è esibito in Germania, Italia, Inghilterra, Norvegia, Svizzera e Olanda.

SPAZIO TEATRO 89, via Fratelli Zoia 89, 20153 Milano.
Biglietti: intero 7 euro; ridotto 5 euro (under 25, over 65, CartaPiù Feltrinelli, soci Touring Club).
Abbonamenti: 12 concerti, intero 80 euro, ridotto 55 euro.

Domenica 11 febbraio 2018, ore 17 – Rassegna “In Cooperativa per Amare la Musica”
Ensemble End of Time
Kymia Kermani, clarinetto; Lorenzo Gentili-Tedeschi, violino;
Alba Gentili-Tedeschi, pianoforte.

Programma
Milhaud: trio op.157 per violino, clarinetto e pianoforte.
Debussy: 1ère Rhapsodie per clarinetto e pianoforte.
Boutry, dalla Suite “Asuka”: Danseuses de Kinoe-Rush hour.
Ustwolskaja: trio per violino, clarinetto e pianoforte.
Gershwin: Rhapsody in Blue (trascrizione per clarinetto e pianoforte).

Dettagli Annuncio
  •   ID Annuncio : 18868
  •   Attività Culturali
  •  
    SPAZIO TEATRO 89, via Fratelli Zoia 89, 20153 Milano.Milano,Lombardia,201530240914901http://www.spazioteatro89.org
Simple Share Buttons
X