BACHECA-ANNUNCI

Classica: Meloni e Yoshikawa nel “Gran Duo, sconcertante!” domenica 18 febbraio allo Spazio Teatro 89 di Milano

Pubblicato 4 mesi fa by andrea1968

€7.00

MILANO – “Evoluzioni” è una delle tre parole-chiave (accanto a “Rivoluzioni” e “Apparizioni”) della diciassettesima stagione di classica “In Cooperativa per Amare la Musica”, organizzata dallo Spazio Teatro 89 di Milano. Evoluzioni intese nel senso di movimenti complessi, coordinati e avvincenti, risultanti da abilità e competenze fuori dall’ordinario: descrizione che ben si attaglia al virtuosismo impareggiabile del clarinettista Fabrizio Meloni, ospite domenica 18 febbraio nell’auditorium di via Fratelli Zoia 89 in duo con il pianista nipponico, milanese d’adozione, Takahiro Yoshikawa (inizio concerto ore 17; ingresso 5-7 euro).
Le magie sonore del primo clarinetto scaligero daranno vita a un programma in perfetto equilibrio tra le seduzioni liriche delle Fantasie di Sebastiani su temi di Bellini e Rossini, gli slanci romantici del Gran Duo di Weber e l’elegante scorrevolezza di Milhaud e Honneger.
Assecondando poi un altro tema della stagione, ovvero il fil rouge dedicato alle Rivoluzioni, Takahiro Yoshikawa proporrà un brano lisztiano di rarissimo ascolto, l’eroico e tempestoso “Lyon”, omaggio del grande ungherese alla rivolta dei Canuts, gli operai tessili lionesi la cui ribellione alle inumane condizioni di lavoro venne soffocata nel sangue nel novembre del 1831.

Fabrizio Meloni, primo clarinetto dell’Orchestra del Teatro e della Filarmonica della Scala dal 1984, ha compiuto gli studi musicali al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, diplomandosi con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore. È vincitore dei concorsi internazionali Monaco, ARD e Praga.
Ha collaborato con solisti di fama internazionale quali Bruno Canino, Alexander Lonquic, Michele Campanella, Heinrich Schiff, Friederich Gulda, Editha Gruberova, il Quartetto Hagen, M.W Chung, Philip Moll, Riccardo Muti (nella veste straordinaria di pianista). Ha tenuto tournées negli Stati Uniti e in Israele con il Quintetto a Fiati Italiano, eseguendo brani dedicati a questa formazione da Berio (con il quale ha collaborato intensamente dal 1989 al 1994) e Sciarrino.
Con il Nuovo Quintetto Italiano, nato nel 2003, ha effettuato tournées in Sud America e nel Sud Est Asiatico. La sua tournée con Philippe Moll e i Solisti della Scala in Giappone è stata accolta da entusiastici consensi di pubblico e critica.
Ha all’attivo numerose incisoni discografiche. È stato invitato a tenere masterclass dal Conservatorio Superiore di Musica di Parigi, in quello della Svizzera Italiana, alla Manhattan School of Music, alla Northeastern Illinois University di Chicago, alla Music Academy of the West di Los Angeles e alle Università di Tokyo e Osaka.
È di prossima uscita il dvd Duets “Il clarinetto nel Jazz e nel 900 italiano”, incisione dei concerti di J. Françaix, C. Nielsen e A. Copland, progetto mai realizzato da un musicista italiano. È autore del libro “Il Clarinetto”, pubblicato da Zecchini Editore. Il canale televisivo Sky Classica gli ha dedicato un documentario dal titolo “Notevoli”.

Takahiro Yoshikawa è nato a Nishinomiya (Giappone). Si è laureato in pianoforte nel 1996 presso l’Università Statale di Belle Arti e Musica di Tokyo sotto la guida di Takako Horie. Durante l’università, nel 1993, ha frequentato il corso di perfezionamento di Conrad Hansen a Lubecca (Germania). Nel 1999 ha conseguito il titolo di dottorato in pianoforte presso la stessa Università sotto la guida di Terugi Karashima. Di lì a poco è stato insignito del premio “Bösendorfer”. Ha proseguito i suoi studi in Italia con Anita Porrini (allieva di Alfred Cortot e Arturo Benedetti Michelangeli), approfondendo anche lo studio della composizione con Silvia Bianchera Bettinelli. Dal 2001 al 2004 ha frequentato l’Accademia Teatro alla Scala di Milano, perfezionandosi nel repertorio del pianoforte in orchestra, con Ada Mauri, e cameristico, con le prime parti dell’Orchestra scaligera.
Durante l’anno accademico 2001/02 è stato scelto come solista per il concerto in Sala Verdi del Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano e ha interpretato il Concerto per Pianoforte e Orchestra K. 467 di Mozart con l’Orchestra dell’Accademia del Teatro alla Scala diretta da Stefano Ranzani. Inoltre si è esibito presso il Teatro alla Scala con la stessa orchestra diretta da Wayne Marshall in qualità di pianista in orchestra. Ha vinto i concorsi internazionali “Camillo Togni” (Brescia, 2001) secondo premio (primo non assegnato); “F. Schubert” (Tagliolo Monferrato, 2002) primo premio assoluto; “Città di Grosseto” per musica da camera (2003) primo premio assoluto; “Paul Harris” (Milano, 2003) primo premio. Attualmente tiene concerti in Italia e in Giappone come solista e in formazioni cameristiche. Ha suonato con musicisti di fama internazionale quali Valentino Zucchiatti, Fabrizio Meloni, Domenico Nordio, Ulf Rodenhauser, Jacques Zoon, i Solisti della Scala, il Quartetto d’Archi della Scala e i Cameristi della Scala.
Dal 2008 tiene regolarmente recital presso la Suntory Hall, una delle sale più prestigiose di Tokyo. Nel 2009 ha pubblicato il suo primo cd, per l’etichetta discografica Limen music & arts, dedicato alle opere di Chopin. Successivamente, sempre per Limen & arts music ha prodotto altri tre album (cd+dvd): il primo nel 2011 sul tema della notte con musiche di Beethoven, Chopin, Liszt e Ravel; nello stesso anno il secondo album, intitolato “Across Virtuosity” e interamente dedicato a fantasie d’Opera per clarinetto e pianoforte insieme al Primo Clarinetto Solista del Teatro alla Scala e della Filarmonica della Scala Fabrizio Meloni; infine, nel 2013, sempre con Meloni, “Across Virtuosity II”, musiche di Carl Maria von Weber, Carlo Boccadoro, Marco Tutino e Mauro Montalbetti. Nel marzo del 2015 è uscito il cd “Vif et Rythmique” con Fabrizio Meloni, in omaggio alla musica francese del Novecento con l’etichetta Deutsche Grammophon.

SPAZIO TEATRO 89, via Fratelli Zoia 89, 20153 Milano.

Biglietti: intero 7 euro; ridotto 5 euro (under 25, over 65, CartaPiù Feltrinelli, soci Touring Club).
Abbonamenti: 12 concerti, intero 80 euro, ridotto 55 euro.

Domenica 18 febbraio 2018, ore 17 – Rassegna “In Cooperativa per Amare la Musica”
Gran Duo, sconcertante!
Fabrizio Meloni (clarinetto) e Takahiro Yoshikawa (pianoforte)

Ferdinando Sebastiani (1803-1860):
Fantasia da concerto sui motivi dell’opera “Norma” di V. Bellini
Fantasia da concerto sui motivi dell’opera “Semiramide” di G. Rossini

Carl Maria von Weber (1786-1826):
Gran duo concertante in mi bemolle maggiore Op. 48
(I Allegro con fuoco – II Andante con moto – III Rondo – Allegro)

F. Liszt (1811-1886): Lyon (Vivre en travaillant ou mourir en combattant)

Arthur Honegger (1892-1955):
Sonatine pour Clarinette et Piano
(I Modéré – II Lent et soutenu – III Vif et rythmique)

Darius Milhaud (1892-1974):
Sonatina per clarinetto e pianoforte Op. 100
(I Très rude – II Lent – III Très rude)

Dettagli Annuncio
  •   ID Annuncio : 19121
  •   Attività Culturali
  •  
    SPAZIO TEATRO 89, via Fratelli Zoia 89, 20153 Milano.Milano,Lombardia,201530240914901http://www.spazioteatro89.org
Simple Share Buttons
X