MILANO

MILANO: “Cities of opportunity” ha stilato una classifica delle trenta maggiori città del mondo e ha assegnato il diciottesimo posto a Milano, che risulta anche la prima in Italia.

Milano si aggiudica il posto di migliore città d’Italia e il diciottesimo posto in tutto il Mondo per la qualità di vita. Una città internazionale dunque sempre al passo coi tempi tecnologici ed economici, la“capitale” di lifestyle e movida.

La classifica “Cities of opportunity 2016” è stata stilata da “Pwc” sullo stato di salute socioeconomico delle trenta maggiori città a livello globale analizzando dieci parametri: capitale intellettuale e innovazione, sviluppo delle tecnologie, città “gateway”, trasporti e infrastrutture, salute e sicurezza, sostenibilità e ambiente naturale, demografia e vivibilità, peso economico, facilità nello sviluppo del business, costo della vita.

Milano è risultata sulla base di questi parametri la città top in Italia.“La città, seppur fatichi a posizionarsi complessivamente nelle prime posizioni della classifica – occupate da Londra, Singapore e Toronto -, si distingue su alcuni importanti indicatori, come quelli della sostenibilità e qualità dell’ambiente naturale, salute e sicurezza, trasporti e infrastrutture”, si legge nel report di Pwc.

Analizzando nel dettaglio, la capitale della moda rientra nella top ten mondiale, al nono posto, per sostenibilità e qualità dell’ambiente naturale  “grazie ad un’ottima capacità nella gestione dei rischi legati alla scarsità dell’acqua, alla gestione del ciclo dei rifiuti e alla preparazione in caso di catastrofi naturali, che bilanciano le criticità riscontrate dalla scarsa qualità dell’aria, un elemento che rimane tuttavia importante ella definizione della qualità della vita”. Nella top ten anche per quanto riguarda la salute: terza per l’indicatore delle prestazioni del sistema sanitario e ottava per l’indicatore ambiente politico.

Si aggiudica il quattordicesimo posto nel Mondo e prima in Italia per quanto riguarda la sicurezza- e per la salute, dove “risulta tra le prime dieci per due sotto indicatori: prestazioni del sistema sanitario – terza – e ambiente politico, ottava”.

Al sedicesimo posto per trasporti e infrastrutture grazie alla copertura del servizio offerto dal trasporto pubblico, alla convenienza dello stesso trasporto pubblico, per cui si aggiudica il decimo posto, e ad una discreta facilità negli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro.

“Le performance registrate dalla città – la conclusione di Pwc – sottendono un’efficace capacità programmatoria, che – anche e soprattutto attraverso Expo Milano 2015 – ha rafforzato l’immagine internazionale della città di Milano, caratterizzata tanto dall’avanguardia tecnologica e professionale quanto da quella culturale e di lifestyle, accelerando rinnovamento infrastrutturale” e aumentando “la capacità attrattiva”.
Per la classifica delle case più costose al mondo clicca qui.